I miei 10 posti segreti a Portorose

Portorose si trova in un’ampia baia bagnata dall’Adriatico. Già città balneare, oggi è un luogo dove risiedono stabilmente molti sloveni.

Quest’antica meta di villeggiatura austro-ungarica sviluppatasi all’inizio del secolo scorso non può certo rivaleggiare con la bellezza millenaria di Pirano. Si può dire che un turista italiano medio che arriva a Portorose ha come prima impressione quella di una citta in larga parte cementificata e abbastanza bruttina, tuttavia…

Superata l’iniziale delusione dovuta all’esagerata cementificazione del lungomare, è sufficiente spostare lo sguardo dagli alberghi e dai viali commerciali per cambiare percezione: salite verso l’alto e vi accorgerete della bellezza della baia.

Dalle dolci colline mediterranee disseminate di eleganti dimore si intravede la Croazia, si coglie l’eredità austro-ungarica e il glorioso passato balneare di questo luogo di villeggiatura tanto amato dagli aristocratici austro-ungheresi. A Portorose si può trascorrere anche oggigiorno una bellissima giornata di vacanza.

Quelle qui sopra sono solo alcune delle ragioni per apprezzare Portorose. In questo articolo scoprirete dieci posti che vi renderanno soddisfatti di aver fatto tappa qui. Insomma, bisogna andare oltre la prima, spesso negativa, impressione che si ha della cittadina marittima, e osservare meglio il paesaggio che avete davanti. Ecco come trascorrerete una bella giornata a Portorose.

Per una giornata di vacanze, Portorose ha tutto quello che serve. Farsi il bagno è molto facile, ma anche prendere il sole, passeggiare sul lungomare la sera… Approfittare insomma di tutto ciò che si può voler fare durante l’estate.

Se con voi ci sono degli adolescenti, apprezzeranno di certo l’animazione della città balneare slovena. Si tufferanno dai pontili in legno, divoreranno allegramente i gelati giganti a 2€, e molto altro ancora.

I bambini più piccoli potranno giocare nel piccolo tratto di spiaggia artificiale di Portorose. I ventenni e i trentenni approfitteranno, la sera, dei bar e dell’atmosfera festaiola elegante ma aperta a tutti. Una delle cose che amo di questo Paese è che i locali sono sempre molto accoglienti e nessuno si sogna di rifiutare l’accesso a un potenziale avventore.

A Portorose si trovano tante proposte, di buone, di meno buone, e di eccellenti. Personalmente, ci vado spesso e vi indico qui dieci posti meno noti che vi faranno scoprire una Portorose insospettabilmente piacevole, una cittadina che i turisti più frettolosi non si aspetterebbero di poter trovare. Da tenere presente: a Portorose si parla anche italiano!

Una volta a Portorose, seguite questo consiglio

Andate oltre il primo impatto e partite alla ricerca di questi indirizzi segreti. A fine giornata finirete, come me e molti italiani che frequentano assiduamente la Slovenia, per apprezzare e amare Portorose – o forse, con mio immenso rammarico, resterete sulla vostra prima impressione della costa cementificata.

Portorose: la Guida pratica

  1. Distanza Lubiana- Portorose : 118 km – 1h20′
  2. Parcheggio a pagamento sul lungomare – gratuito salendo verso le alture
  3. Pirano è accessible a piedi da Portorose – 1h
  4. Si può arrivare anche in bus da Lubiana o da Capodistria e in bicicletta sulla Parenzana
  5. Portorose si trova a qualche chilomentro dalla frontiera Croata

Troverete a Portorose tutto ciò che ci si aspetta da una vivace stazione balneare: bar, ristoranti, gelaterie, giochi per bambini, passeggiate sul lungomare, ponteggi da cui tuffarsi. Portorose è un bel luogo di vacanza.

La terrazza di Mystica

Il Mystica è un bar con terrazza famoso per i cocktails. Grazie alla sua posizione soprelevata, vi si può ammirare il panorama sul mare sorseggiando una piña colada, un mojito, o il proprio cocktail preferito. È un buon esempio di ciò che vi anticipavo nell’introduzione: un locale che difficilmente si scopre per caso a Portorose.Bisogna salire lungo una piccola scala dall’aspetto poco ispirante, ma che dà proprio sulla splendida terrazza del Mystica. Ecco, ora non resterà che ordinare un cocktail e godersi un momento al 100% vacanziero! Se volete continuare la serata, proseguite verso il bar lounge Paprika e il Coco café. I due locali sono in riva al mare e la sera hanno una bella atmosfera di festa estiva.

Mystica – Obala 33 – Portoroz

Club Alaya – Obala 22

I depositi di sale

Questi vecchi depositi di sale costruiti tra 1823 e 1859, oggi riconvertiti, hanno la struttura simile a quella di una galleria e permettono di comprendere la storia della regione. In sloveno, il luogo si chiama Nekdanje skladisce soli Monfort.

Una piccola esposizione permanente narra la storia della produzione e del commercio di sale nella baia. Si racconta la funzione del grande deposito, che permetteva lo stoccaggio del sale sul lungo periodo, l’importanza economica delle saline di Pirano che potete scorgere da lontano, le condizioni di vita all’epoca, ecc. L’interesse della visita risiede anche nella passeggiata in riva al mare che conduce al sito dell’esposizione. Una volta all’anno, a inizio settembre, questi antichi depositi accolgono delle mostre di architettura e arte contemporanee, allestite nell’ambito del festival Ex-tempore Piran, che ha luogo dal 1964. Continuando la passeggiata, un po’ più in là, si giunge ai Bernardini, un complesso alberghiero moderno in cemento, che tuttavia ha il suo perché, se lo si osserva nel suo contesto, con il porticciolo e la chiesa in rovina situata in cima di una grande scalinata. Certo, se proprio siete allergici al cemento, magari potete fermarvi ai depositi di sale.

La chiesa nascosta di Portorose

Una chiesa moderna, costruita nel 1984. Mi è piaciuto molto scoprire per caso questo edificio, atipico e fuori dai percorsi più frequentati.

Interesserà in particolare a chi ama l’architettura e la fotografia: le vetrate multicolore creano dei suggestivi giochi di luce all’interno della chiesa. Questo edificio religioso si trova a cinque minuti a piedi dal lungomare ma d’estate è del tutto dissimulato dalla vegetazione e quasi introvabile dai turisti. La stradina che porta alla chiesa è bordata di arbusti e aiuole fiorite. Per raggiungere questo luogo segreto e nascosto ai turisti, cercate il nome in sloveno: Župnijska cerkev Device Marije Rožnovenske

Portorose, una destinazione dove trascorrere una bella giornata di vacanza al mare

Talassoterapia a Portorose

In Slovenia, le terme marine e le spa non sono elitarie e care come in Italia. Non serve prenotare una terapia per poter avere accesso. Gli sloveni ci vanno regolarmente per trascorrere qualche ora di relax. Una volta pagato il biglietto d’ingresso, si può accedere alla sauna, all’hammam, alle vasche idromassaggio e infine raggiungere le piscine termali. Le terme dell’Hotel Slovenjia sono il luogo ideale dove andare d’inverno o in una giornata di pioggia durante le vacanze estive. Potete anche raggiungere le terme dei Bernardini poco prima del tramonto, la piscina ha una vista mozzafiato sul mare, o le terme marine del Grand Hotel Kempinski. Un ultimo centro termale si trova alle saline di Pirano ma non l’ho ancora testato.

L’ottimo ristorante Aviator del piccolo aeroporto di Portorose

Ho scoperto per puro caso questo ristorante, percorrendo la Parenzana con mia madre, che era venuta in Slovenia a trovarmi per il mio compleanno. L’incredibile rapporto qualità-prezzo di questo locale ha lasciato piacevolmente sorpresi entrambi. Tutto era delizioso, i piatti presentati bene, in stoviglie molto belle e con grande cura

Il servizio è cordiale e i prezzi davvero bassi rispetto alla qualità di ciò che ci è stato servito. È davvero uno dei miei posti preferiti, e che consiglio sempre a tutti, sulla costa slovena. Dalla prima impressione, il posto potrà sembrarvi forse un po’ chic, ma è assolutamente accogliente e aperto a tutti.

Per trovare questo ristorante, entrate nell aeroporto e andate subito a sinistra. Potete arrivarci in macchina o in bicicletta se percorrete la Parenzana. Anche a piedi è fattibile, con un percorso che costeggia il mare, e poi le saline, ma è abbastanza lunghetto – volendo, potete sempre fare l’andata e rientrare a Portorose in taxi, chiedendo al ristorante di chiamarvene uno, non sarà eccessivamente caro.

Ristorante Aviator – Sečovlje 19 -Portoroz

Il tunnel della Parenzana

Un antico tracciato ferroviario attraversava tutta la costa slovena. Caduto in disuso, è stato recentemente trasformato in una splendida pista ciclabile che deve assolutamente figurare nel programma di chiunque vada in vacanza sulla costa slovena. Se non siete amanti della bicicletta o non potete praticarne, è possibile anche procedere a piedi, salendo sulla collina per poi raggiungere uno dei tunnel e percorrerlo a piedi. D’estate è piacevole godersi la frescurra di questa galleria lunga 550 m. Penso che quest’attività divertirà molto anche i bambini – magari fatemelo sapere in un commento. L’entrata del tunnel è in via sencna Pot (coordinate GPS : 45.516406, 13.599768).

Il bar e il ristorante del Grand Hotel Kempinski

La Slovenia non è assolutamente classista, anzi. Chiunque può entrare ovunque, compresi i luoghi un po’ chic. Quando vi troverete di fronte a questa splendida struttura alberghiera, guardate alla vostra destra e individuerete l’ingresso, che si effettua attraverso la parte moderna (l’edificio vetrato). A sinistra di questa entrata, c’è una pasticceria con una terrazza dove potete accomodarvi. Se entrate nell’hotel e salite le scale, troverete a sinistra un bar elegante e a destra un ristorante con un nome francese, Fleur de sel. Inutile dire che è più caro del 30 o 40% rispetto ai locali in riva al mare – 9 € un cocktail, 17 € un primo di pesce o un’insalatona – però la qualità è ottima, e avete in più il contesto, la vista e il servizio.  E restano dei prezzi accettabili, paragonati a quelli di un ristorante dello stesso livello in Italia. La pasticceria, il bar e il ristorante hanno ognuno la propria terrazza. Questo posto è ideale se si vuole fare una pausa romantica in un contesto carino ed elegante, ma anche tra amici. Se piove, scappando dalla spiaggia il bar può essere un ottimo ripiego.

Posticino perfetto per un soggiorno romantico. Cliccate qui per prenotare.

La mappa con i miei indirizzi del cuore

La terrazza dei Bernardini

Questa struttura alberghiera fa parte degli alloggi in Slovenia con la vista panoramica più bella ed emozionante. Nessuno conosce questa splendida terrazza, salvo i turisti che hanno avuto la buona idea di soggiornare presso l’albergo. La vista sul mare e su una dimora anticheggiante è incredibilmente bella. Si ordina un capuccino, si paga 2,50€. O un cocktail a 10€, una birretta a 4€, o una bottiglia di vino locale a 23€, e si approfitta della vista di questo luogo magico.

Dal centro di Portorose bisogna camminare 25 minuti sulla riva – solita cementificazione di cui abbiamo parlato più su – per raggiungere questa struttura, che si colloca tra Pirano e Portorose, al limite del parcheggio di Pirano. Dal mare, per salire alla terrazza panoramica dell’hotel, dovrete prendere l’ascensore. Per accedere alla struttura serve un badge, ma è sufficiente aspettare che dei turisti entrino per passare dietro di loro! (coordinate GPS dell’entrata : 45.516899, 13.569111). L’hotel è grande quindi vi lascio qualche consiglio per orientarvi e trovare il bar. Raggiungete l’ascensore, premete il bottone che indica il ristorante, poi la scala. Se vi state chiedendo se tutto ciò sia legale, beh considerate che non state rubando ma venendo a spendere i vostri soldi al bar dell’hotel. E poi, vabbè, spesso i posti più segreti non hanno l’ingresso segnalato e permettono di uscire dai sentieri battuti e dalle torme di turisti… è qui tutto l’interesse della cosa.

Cacao, un’istituzione. Un posto decisamente poco segreto

Cacao è la gelateria più nota della costa slovena. Ci si accomoda sui grandi e confortevoli divani per gustare un gelato enorme a 2,50€, o dividersi una coppa in due. Tutti gli sloveni conoscono Cacao, che conta ormai tre locali solo a Lubiana. Attenzione, è un posto molto frequentato. I weekend soleggiati della bella stagione, e in genere tutta l’estate, ci sono tanti avventori. Fate così: andate a studiarvi i gusti, poi prendete posto in terrazza e ordinate una volta seduti. Vedrete che il servizio non prevede sovrapprezzi e il gelato vi sarà servito in una bella coppa e accompagnato da un bicchiere d’acqua.

Cacao – Obala 14 – Portoroz

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *