Viaggiare in Slovenia, 5 regole d’oro

Da ormai 10 anni esploro la Slovenia in lungo e in largo. Oggi vi spiego in che modo approfittare al massimo di tutte le splendide sfaccettature di questo Paese.

Negli anni, ho capito che per scoprire e conoscere davvero la Slovenia, la cosa da fare è seguire l’esempio degli sloveni, che sanno perfettamente come godere delle risorse del loro Paese, e lo fanno abitualmente nei week-end e nel tempo libero.

Variate al massimo i paesaggi

Difficile pensare a una più vasta varietà di paesaggi in un territorio così piccolo. Si può ammirare questa varietà in particolare sulla parte occidentale del Paese: vigne, montagne, mare, colline, valli moreniche, cascate, cime innevate, gole. E oltre a tutto questo, il mondo sotterraneo: grotte e miniere riconosciute dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità.

Sia che veniate per un fine settimana o per un soggiorno più lungo, dovete programmare il vostro itinerario in maniera da gustarvi tutte le sfumature della Slovenia.

Tenete presente che la Slovenia è piccolina, e qualunque sia la vostra base di partenza, potrete partire per fare escursioni in giornata al mare, in montagna, alle grotte, alle vigne, ai laghi… e mescolando i diversi paesaggi passerete delle splendide vacanze.

Se venite per qualche giorno

Pernottate a Lubiana e partite in giornata verso Bled, Bohinj o Velika Planina, o ancora verso la costa slovena e le grotte.

Se restate più a lungo

Prenotate degli alloggi in più posti, curando a variare il paesaggio: qualche giorno a Lubiana, poi tra i monti, poi sulla costa.

Con questa incredibile varietà, vi sembrerà che le vostre vacanze durino più a lungo!

Contate più giorni per visitare Lubiana

Lubiana: 280 000 abitanti, un piccolo centro, una capitale provinciale… Quando si sentono dire queste cose, e magari si ha già viaggiato un po’ in Europa, si è tentati di dedicare una mezza giornata a Lubiana, o poco più, perché tanto è piccolina. Niente di più sbagliato: la capitale slovena è uno scrigno di sorprese, e vale davvero la pena di trascorrerci più di un giorno. Innanzitutto, bisogna sapere che si tratta di una città piacevolissima dove vivere. È molto sicura, e ha un centro storico che negli anni è diventato completamente pedonale. Un vero gioiello, a tratti sembra quasi un parco d’attrazioni in stile Secessione Viennese, dove si sta formidabilmente bene a sorseggiare un cappuccino o una birra grande a prezzi onesti (rispettivamente 1,50€ e 3€!) in una delle tante terrazze dei bar del centro. Potrete anche approfittare dell’ampia offerta culturale della città, ancora più densa durante la bella stagione.

Ogni anno la capitale slovena consacra alla cultura una porzione importante del suo piano di spesa. La quantità di spettacoli gratuiti d’estate è impressionante !

Ogni giorno, dal lunedì al sabato, si tiene il mercato cittadino, un evento piacevolmente vivace, da non perdere quando siete in città.

Da Lubiana potrete facilmente partire per delle gite giornaliere in auto, in bus, o usando il car sharing –  che è anche un ottimo modo per conoscere la gente del luogo.

Puntate a scoprire la natura piuttosto che le città slovene

Ci sono due città assolutamente imperdibili in Slovenia, Lubiana, la capitale, e Pirano, la cittadina costiera più bella. Per il resto, vi consiglio di non usare il vostro tempo per visitare le città, perché la Slovenia ha di meglio da offrire. Spesso infatti si può essere tentati di andare alla scoperta di un Paese visitandone i centri storici cittadini. In Slovenia, concentratevi soprattutto sui luoghi di interesse naturalistico, sulle attività all’aperto, sulla varietà di paesaggi. Se, anziché pianificare una lista di città da visitare – tipo vediamo Kranj, poi Ptuj, Maribor e poi ancora Celje –, imperniate la vostra vacanza sulle bellezze naturali, sarete molto più soddisfatti. In questo sito ci sono numerosi consigli che vi permetteranno di pianificare al meglio: approfittatene!

Mangiate in ristorante, godetevi l’aria aperta delle terrazze dei locali

La campagna slovena brulica di ottimi ristoranti tipici, chiamati Gostilna – un termine fondamentale da tenere a mente! Servono piatti abbondanti a prezzi accessibili, intorno ai 12€. Una portata in genere è perfettamente saziante.Le Gostilna sono davvero ovunque, e aperte a qualsiasi ora. In genere non chiudono tra il servizio del pranzo e la cena, il che è molto comodo per i vacanzieri che magari vivono con orari un po’ sballati. Le colline e la montagna sono disseminate di rifugi (koca) che servono piatti tradizionali belli sostanziosi, sempre a meno di 10€, e dolci deliziosi in porzioni copiose. A pranzo i ristoranti spesso propongono kosilos, ovvero menù a prezzo fisso.

Le pizzerie servono pizze molto grandi, e se non avete un appetito smisurato potete smezzarne una per due persone, tanti fanno così in Slovenia. Facendo in questo modo ne avete per 5€ a testa.

Gustatevi il buon cibo verace e a prezzi contenuti quando sarete in Slovenia, sostate a lungo nelle terrazze dei bar. Questi sono quasi sport nazionali in Slovenia, insieme al basket! Durante il vostro soggiorno, sedetevi a bere un caffè o una bibita almeno una volta al giorno. Indugiate anziché correre in giro!

Avventuratevi nei sentieri escursionistici

Un’altra attività molto amata qui è l’escursione. Spesso gli sloveni passano i loro fine settimana in montagna a fare trekking. I Paese è ricco di rilievi, e percorso ovunque da un reticolo di sentieri tenuti molto bene. La segnaletica è eccellente, potete partire in esplorazione senza timore di perdervi. Incrocerete inoltre numerosi sloveni, che saranno certamente disponibili a dare indicazioni, se ne avrete bisogno. Ciliegina sulla torta, i rifugi sono gestiti dal club alpino locale, e servono piatti deliziosi in un’atmosfera autentica al 100%.

Astuzia: ci sono sentieri splendidi in qualsiasi angolo del Paese, che sia a sud, a nord, a est o a ovest. Per trovarli, basta chiedere agli abitanti del luogo dove vanno a passeggiare o ad arrampicare nel tempo libero.  

Magari cercate di essere precisi, e tenaci, perché probabilmente tenderanno a mandarvi nei luoghi più turistici piuttosto che in quelli che loro effettivamente frequentano. Ma quello che volete sapere è dove vanno loro a camminare! Insomma, fate tutto il possibile per trascorrere il vostro soggiorno sloveno come farebbero dei locali nel loro tempo libero.

Bonus: esplorate le profondità

Esplorazioni formidabili vi aspettano nelle viscere della terra. Due siti in particolare sono iscritti nella lista del Patrimonio dell’UNESCO: le grotte di Skocjan e la miniera di Idrija.

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *