La sconosciutissima Gola di Pokljuka, vicino a Bled

Una gola selvaggia e pressocché segreta a 7 km da Bled. La visita di questa gola è una delle attività accessibili  se vi trovate in zona lago di Bled. Si cammina nel canyon lungo quasi 2 km, con impressionanti pareti di 55 metri, in mezzo a una foresta lussureggiante. La passerella, degna di un film di Indiana Jones, data al 1930.


Una gola misteriosa e poco frequentata


A 4 km da Bled, si trova anche la splendida gola di Vintgar, che attira visitatori a frotte, non senza meritarseli peraltro. La gola di Pokljuka, invece, è spesso deserta o quasi. Io ci sono andato un lunedì di aprile, e non ho incrociato nessun altro visitatore. In queste condizioni, l’impressione è di esplorare un luogo selvaggio e misterioso.

Un’escursione di 1h30’ nella gola di Pokljuka



Dal piccolo parcheggio, seguite il sentiero lungo il corso d’acqua – in realtà è un letto secco. Dopo 15 minuti di marcia in mezzo al bosco, il sentiero diventa più interessante perché si comincia ad essere stretti tra le pareti del canyon. Poco più lontano, all’incrocio, prendete il sentiero a destra, per elevarvi così di 50 metri e raggiungere Pokljuška luknja: tre finestre naturali forano la volta rocciosa, lasciando penetrare la luce nella grotta. Ritornate poi sui vostri passi.

Continuate il percorso, questa volta seguendo l’indicazione Galerije.

A questo punto sarete circondati da alte pareti verticali. Dopo 4 o 5 minuti di marcia, arriverete ai piedi dell’impressionante passerella in legno costruita nel 1930. Saliteci!


Il bello della visita della gola di Pokljuka è una vecchia passerella appesa alla nuda roccia


Una volta salita la scala, percorrete un centinaio di metri in un bellissimo “giardino naturale”, e poi potete tornare indietro. L’andata e il ritorno di questa escursione si effettuano sullo stesso sentiero. Lungo il percorso, troverete cinque pannelli in sloveno e in inglese che spiegano la genesi geologica del canyon e la storia del sito.

Questa escursione, di un’ora e mezza tra andata e ritorno, è abbastanza impegnativa, e richiede degli scarponi da montagna. Se venite in famiglia, sappiate che è molto probabile che i bambini più giovani abbiano delle difficoltà a farla. Sappiate anche che è pericoloso accedere alla gola con la pioggia, quindi verificate il meteo prima di partire.

Ma quindi: gola di Pokljuka o gola di Vintgar?

La grande differenza, la fa il corso verde e tumultuoso dell’acqua che scorre attraverso la gola di Vintgar. La gola di Pokljuka è invece secca! Se avete il tempo per una sola tra le due visite, optate senza esitazione per Vintgar. Se invece vi fermate a bled un po’ più a lungo, cercate qualcosa di più avventuroso e meno affollato, vi consiglio di andare anche a Pokljuka. Inoltre l’ingresso alla gola di Pokljuka è gratuito.

Come arrivare alla gola di Pokljuka ?

Questo sito non è un’attrazione turistica ben segnalata con indicazioni disseminate sul percorso. Non rientra nei sentieri battuti. Potete arrivarci in macchina, o grazie a una fermata del bus non troppo lontana dalla gola. In auto da Bled, per arrivare all’entrata della gola, andate al villaggio di Krnica. All’entrata del villaggio, all’indicazione con le direzioni Zgornja Radovna e Mojstrana,, voi svoltate a destra. Un pannello in legno poco visibile indica in sloveno la direzione della gola « Poklujška soteska ». Continuate a seguire questi segnali in legno, la strada asfaltata si trasforma in sterrato e attraversa una distesa d’erba. In basso, fermatevi sul piccolo parcheggio dove un pannello indica l’inizio della gola. Sulla carta qua sopra, il punto di partenza è al quadratino blu i più in alto di tutti. In bus, scendete nel villaggio di Krnica, poi andate a piedi fino all’entrata della gola. Informatevi sugli orari del bus presso l’ufficio del turismo di Bled.

La partenza dell’escursione nella gola è in un bell’angolino di montagna, dove peraltro c’è questo bellissimo alloggio, che unisce la tradizione a un arredamento originale. Chi ama la calma di un posto immerso nella natura apprezzerà anche quest’altro posto.

Attenzione: evitate di frequentare la gola quando piove. Rocce o pezzi di legno potrebbero precipitare dall’alto delle pareti della gola.

Il commento di un nostro lettore

[15 febbraio] Stamattina siamo andati alla gola di Pokljuka, restandoci anche per un bel pezzo, e non abbiamo incrociato davvero nessuno.

Assolutamente magnifico, il sentiero sembra abbandonato da anni. Non c’era nessuno a parte noi, in questa immensa foresta incastrata tra le pareti rocciose. Abbiamo anche incrociato un camoscio. Consigliamo questa escursione senza esitazioni.

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *